Cookie disclaimer

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per approfondire leggi la pagina Privacy and cookie policy. Accetto

Museo storico della Liberazione - Roma

 A seguito del nuovo decreto Covid, in vigore dal 26 aprile 2021, il Museo riapre dal lunedi alla domenica dalle ore 9:00 alle ore 19:00

Biblioteca

La biblioteca del Museo Storico della Liberazione possiede volumi ed opuscoli aventi ad oggetto prevalente l’occupazione nazista di Roma, la Resistenza e la guerra nel Lazio. Si è arricchita, nel tempo, anche di opere generali e particolari relative al fascismo, al nazismo, all’antifascismo del ventennio, alla Resistenza in Italia e in Europa, all’antisemitismo, alla deportazione, all’internamento e al lavoro coatto.

L’elemento caratteristico della raccolta è costituito da opuscoli del periodo clandestino e dei primi tempi del dopoguerra prodotti da movimenti e partiti politici antifascisti, prime edizioni di diari e memorie del periodo 1943-1944 pubblicati subito dopo la liberazione, opere relative ai processi ai responsabili della repressione nazista e a collaborazionisti fascisti. L’acquisizione continua attraverso il mercato antiquario.

Si pone particolare attenzione ad individuare e reperire ogni genere di pubblicazione (anche commemorativa) prodotta da municipi, comuni, comunità montane, famiglie, scuole, associazioni, diocesi, parrocchie, comitati ed organismi vari, sulla guerra, la Resistenza, i bombardamenti, la deportazione, le stragi, relativi quartieri e borgate di Roma, comuni e centri minori del Lazio. Si tratta di materiale quasi sempre fuori commercio e di difficile reperimento, per il quale è indispensabile la segnalazione dei cultori locali e la collaborazione e la generosità dei soggetti produttori.
Il materiale librario è consultabile in sede, dal lunedi al venerdi previo appuntamento. Per richieste specifiche si può contattare il responsabile all'indirizzo biblioteca@museoliberazione.it

Non si effettuano prestiti ed è necessario esibire un documento di identità valido ( carta di identità, passaporto). I cittadini di altri paesi debbono presentare una lettera credenziale (in italiano) di un’istituzione scientifica o culturale o dell’autorità diplomatica o consolare del loro paese.

È possibile effettuare fotocopie (costo € 0,10) o autorizzare fotoriproduzioni digitali di parti dei libri ed opuscoli nel rispetto delle norme in vigore nelle biblioteche statali italiane ed esposte in sede.