• Home
  • Novità
  • Auguri da Sara Riolo che ci ricorda il fondo di "Giannetto Barrera"

Auguri da Sara Riolo che ci ricorda il fondo di "Giannetto Barrera"

 

La ricca documentazione presente al Museo storico della Liberazione ha ampliato la conoscenza della storia stessa dell'edificio di via Tasso.
Nel giorno del 65° anniversario dalla sua fondazione, vorrei onorare il Museo, ricordando, tra le sue recenti acquisizioni, il fondo di ''Giannetto Barrera'', ardimentoso sottotenente del IV Reggimento carristi e partigiano romano, il cui interesse storico è diretto soprattutto a evidenziare alcuni aspetti meno noti della Resistenza romana, come il caso delle vicende che hanno riguardato l'Organizzazione commissariati del Fronte militare clandestino, ma fornisce anche un documento inedito, da cui si può accrescere la conoscenza delle sorti del comando tedesco di via Tasso all’arrivo degli alleati a Roma.
Dal documento riportato si apprende che, circa due mesi dopo la liberazione di Roma, gli organi della polizia alleata, insediatesi nella Questura centrale, decisero d’ispezionare il comando tedesco delle SS di via Tasso, incaricando per tale scopo il sottotenente Giannetto Barrera e il sottotenente Sergio Ruffolo, ex detenuto di quel carcere, entrambi al servizio del comando del vicecapo della polizia alleata.

Un piccolo frammento di storia del Museo.

Auguri Museo storico della Liberazione.

Sara Riolo (collaboratrice del Museo)

barrera tasso.jpg

logo mibactlogo regione laziologo comune roma