Ritagli di giornale del 5 giugno 1955 da Pasquale Melchiorre

L’INAUGURAZIONE DEL MUSEO DI VIA TASSO: SABATO  4 GIUGNO 1955

I QUOTIDIANI DI DOMENICA 5 GIUGNO 1955

 

  Il 4 giugno 1955 è sabato. La giornata comincia di buon ora al Quirinale con il cerimoniale già pronto a scandire l’unico impegno della mattinata del Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi, eletto poco più di un mese prima il 29 aprile. Per  questa data, infatti, è programmata l’inaugurazione ufficiale del “Museo storico della Lotta di  Liberazione” a Via Tasso, 145.

  Si tratta di una delle prime uscite pubbliche e di uno dei primi impegni ufficiali del nuovo Presidente della Repubblica.  Sono passati undici anni dalla Liberazione di Roma, il 4 giugno 1944, e poco più di undici dalla Liberazione del paese dalla ferocia nazifascista,  il 25 aprile 1945.

 Questo il programma ufficiale della mattinata documentato dall’Archivio del portale storico della Presidenza della Repubblica. 

https://archivio.quirinale.it/aspr/diari/EVENT-002-001498/presidente/giovanni-gronchi

Leggi tutto

Saluti dal Brancoro, coro romano di canti di lotta.

 
Al Museo, per il suo compleanno.
 
Scrivo a nome del Brancoro, coro romano che da qualche anno si riunisce al Grande Cocomero per cantare canti di lotta, di resistenza e di lavoro. Abbiamo aspettato di poterci trovare tutte all'aperto per intonare di nuovo insieme un canto che dedichiamo al Museo per il suo compleanno. Ci siamo ritrovate al parco del Lago Bullicante e quelli che si vedono alle nostre spalle sono i ruderi della fabbrica Snia Viscosa, in cui le operaie tessili si sono ripetutamente opposte allo sfruttamento sul lavoro, in epoca fascista e poi dopo, nel secondo dopoguerra. Sempre alla Snia Viscosa l'ex partigiana di Bandiera Rossa Maria Baccante ha organizzato scioperi e lotte per il miglioramento delle condizioni di lavoro. Grazie al Museo della Liberazione di via Tasso per averci insegnato a far tesoro della nostra storia.
 
Con affetto, il Brancoro
 

Messaggio di Pietro Barrera figlio di Giannetto Barrera

 

Buon compleanno, Museo della liberazione: a mio padre sarebbe piaciuto festeggiare questo anniversario.  Entrò per la prima volta a Via Tasso nell'estate del '44, poco dopo la liberazione di Roma, per conto della polizia militare alleata.  Provo a immaginare i suoi sentimenti:  in quelle celle erano passati i suoi amici, il suo comandante Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo, e tante altre persone che avevano osato tutto, e dato tutto, per liberare il nostro paese e donarci la democrazia in cui abbiamo la fortuna di vivere. Noi entriamo ora per non dimenticare, per ricordare a tutti - anche a chi oggi gode di questa stessa democrazia per insultarla e riproporre i simboli di quel tetro passato - che la libertà è costata un prezzo enorme pagato da uomini e donne, ragazzi e persone più "grandi", che nel momento più difficile hanno saputo scommettere sul futuro.   Sul futuro degli altri. 

                                                                    Grazie!

10 agosto 1944.jpg

 

 

25 Aprile 75° Anniversario della Liberazione2

 

La Mostra "Donne Resistenti" racconta delle donne come uniche «volontarie a pieno titolo nella Resistenza», in quanto non sottoposte ai bandi di reclutamento, e in generale non obbligate alla fuga e al nascondimento, sono impegnate in ognuno dei compiti previsti dalla lotta di Liberazione nelle sue varie modalità: nello scontro armato, nel lavoro di informazione, approvvigionamento e collegamento, nella stampa e propaganda, nel trasporto di armi e munizioni, nell'organizzazione sanitaria e ospedaliera.

 

 

 

 

 Introduzione_web.jpg

 

 

portfolio_70x100_Donne resistenti in roma prigioniera_web-1.jpg

 

 

Leggi tutto

Carte resistenti - Studiare al Museo

CARTE RESISTENTI - STUDIARE AL MUSEO

Il servizio è stato riattivato il 5 settembre 2017

Dal 5 settembre 2017 è di nuovo attivo il servizio STUDIARE AL MUSEO, con la possibilità di consultare nella sala di lettura della Biblioteca “Guido Stendardo” non solo libri, ma ogni genere di documento delle raccolte del Museo: archivio storico, manifesti e volantini, stampa clandestina, fonti orali e audiovisive, opere ed oggetti d’arte. La digitalizzazione del patrimonio favorisce il lavoro.

ORARI DI APERTURA: da lunedi a venerdì dalle ore 15:30 alle ore 19:00

13659180 10154296184350762 5799722162216738903 n
 

Leggi tutto

logo mibactlogo regione laziologo comune roma