Avvisi importanti - Relevant Notices

 

 
  
 
 
NUOVO ORARIO DI APERTURA 
 9:00 - 19:00, ultimo ingresso 18:30, TUTTI I GIORNI 
 domenica e festivi compresi
 
 
 
Avviso riapertura-page0001.jpg
 
 
 
 
 
evento 9 luglio.jpg
 
 
 
 
 Avviso riapertura (1)-1.jpg
 
 
4 Giugno 2020
 
 65° anniversario dalla nascita del Museo Storico della Liberazione
                              

.

Inaugurazione Museo via Tasso 4 giugno 1955.jpg 
 
 
Il Museo fu inaugurato in Via Tasso 145 il 4 giugno 1955 dal Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi e dal Ministro della Pubblica istruzione Giuseppe Ermini.
 

Per il suo compleanno pubblicheremo una parte del materiale spedito dalle tantissime persone che seguono gli eventi del museo.

Iniziamo con gli auguri del direttore dell’”Osservatore Romano”prof. Andrea Monda che allega questi ritagli di giornale del 5 giugno 1955 con la cronaca dell’apertura del Museo Storico della Liberazione.

https://www.museoliberazione.it/it/novita/167-ritagli-dell-osservatore-romano-del-4-giugno-1955.html

Adesso un messaggio importante del dott.Viktor Elbling Ambasciatore di Germania che ci ricorda la collaborazione tra il Museo Storico della Liberazione e l'Ambasciata di Germania in Italia
 

Per ricordare, vediamo in questo documento audiovisivo creato e montato da Francesco Piccirillo dopo ricerche alla mediateca Gerardo De Angelis del Museo Storico della Liberazione, la testimonianza di alcuni detenuti del carcere di via Tasso. Giuliano Vassalli; Arrigo Paladini; Giuseppe Gracceva; Luciano Ficca. 

   https://www.youtube.com/watch?v=a02UyKgf7-U&t=01s

La lettera del Prof. Ralf Georg Czapla dell' Università di Heidelberg al Museo ed al prof. Antonio Parisella Presidente del Museo storico della Liberazione di via Tasso

https://www.museoliberazione.it/it/novita/179-la-lettera-del-prof-dr-ralf-georg-czapla.html 

4 giugno 1944  la  Liberazione di Via Tasso dai documenti dall'archivio del museo 

https://www.museoliberazione.it/it/novita/183-dall-archivio-di-via-tasso.html 

Vediamo dei ritratti realizzati da Martina Donati che rappresentano alcuni dei protagonisti della Resistenza italiana 

https://www.museoliberazione.it/it/novita/168-opere-di-martina-donati.html  

Una testimonianza di zia Lina della prof.ssa Anna Doria sulla Liberazione

https://www.museoliberazione.it/it/novita/169-testimonianza-della-prof-ssa-anna-doria.html 

Continuiamo con un'altra importante testimonianza, quella di Giovanni Giacomo Pani nipote di Giuseppe Ermini allora Ministro della Pubblica Istruzione 

https://www.museoliberazione.it/it/novita/170-testimonianza-di-giovanni-giacomo-pani.html

La toccante lettera scritta dalla nonna ebrea Jole Bassan al figlio Alberto Lecco  padre di Elisabetta Lecco nei giorni successivi alla Liberazione

https://www.museoliberazione.it/it/novita/171-lettera-della-nonna-ebrea-jole-bassan-di-elisabetta-lecco.html

Auguri da Agnese Ginocchio, cantautrice  e attivista per la Pace

https://www.museoliberazione.it/it/novita/172-auguri-da-agnese-ginocchio.html                                 https://www.youtube.com/watch?v=RfMbBoK0FWo

"Una Resistenza purtroppo ancora poco conosciuta dagli Italiani". Prof.ssa Anna Maria Casavola

https://www.museoliberazione.it/it/novita/173-prof-ssa-anna-maria-casavola.html 

Irene Salvatori: Il Museo storico della Liberazione è contenitore e contenuto e coesistono in un unicum irripetibile.

https://www.museoliberazione.it/it/novita/174-irene-salvatori.html 

"L'occupazione di Roma", video realizzato da tre alunne del liceo classico O. Fascitelli di Isernia: Cerbasi Elisa, Marrocco Alessandra, Palomba Aurora e" VIA TASSO la disumanità occultata", Edizioni QUALEVIT

https://drive.google.com/file/d/1bjstYNIDK18Q1dRP5O8dHq0akLRVQhgG/view 

https://www.facebook.com/palombaaurora/videos/2649296495344842/

 
       La pagina di un fumetto di Mauro Falchetti
 
Auguri al museo per il 65° anniversario da Alessia A. Glielmi Responsabile degli Archivi del Museo Storico della Liberazione e docente di Archivistica presso Università di Roma Tor Vergata
 
Un saluto musicale dai Traindeville
 
Il messaggio di Maria Letizia Dosi, figlia di Giuseppe Dosi primo capo dell'Interpol italiana che la mattina del 4 giugno 1944 salvò dal rogo i documenti nazisti di via Tasso. 
 
Il prof. Luigi M. Lombardi Satriani dedica questa lettera per il 65° anniversario del museo

 Un messaggio di Pietro Barrera figlio di Giannetto Barrera'', ardimentoso sottotenente del IV Reggimento carristi e partigiano romano

https://www.museoliberazione.it/it/novita/178-messaggio-di-pietro-barrera-figlio-di-giannetto-barrera.html

Saluto dalla Direttrice Sabina Magrini dell'Istituto Centrale per i per i Beni Sonori ed Audiovisivi in occasione del 65° anniversario della nascita del Museo Storico della Liberazione di Via Tasso.

https://youtu.be/qk6bY1J2xjQ

Un video del Comitato Femminicidio in Vita

 https://youtu.be/0nQG14fCtEQ

Passaggi di Jacopo Benci 

      https://www.youtube.com/watch?v=-hYd2aw7u_o

Auguri al Museo da Sara Riolo che ci ricorda il fondo di "Giannetto Barrera"

https://www.museoliberazione.it/it/novita/180-auguri-da-sara-riolo-che-ci-ricorda-il-fondo-di-giannetto-barrera.html

 Pasquale Melchiorre ricorda l'anniversario con le pagine dei giornali del 5 giugno 1955

https://www.museoliberazione.it/it/novita/176-ritagli-di-giornale-del-5-giugno-1955-da-pasquale-melchiorre.html 

L'Augurio di Fabio Pietro Barbaro ANVRG Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini Presidente della Sezione di Roma

https://youtu.be/JTJe4W54-Jw

Al Museo, per il suo compleanno.
 A nome del Brancoro, coro romano che da qualche anno si riunisce al Grande Cocomero per cantare canti di lotta, di resistenza e di lavoro.
 
Auguri dal noto artista Georges De Canino
 
Il messaggio di augurio per l'anniversario della nascita di ANPPIA ROMA nelle parole del Presidente Paolo de Zorzi.
 

 

                                              

        

La gioia per la liberazione-1.jpg

25 Aprile 2020

75° anniversario della Liberazione

In occasione del 25 aprile, il Museo, essendo chiuso al pubblico, propone un viaggio online attraverso alcune mostre presenti nelle sale e nelle celle:

 http://www.museoliberazione.it/it/novita/163-25-aprile-75-anniversario-liberazione-2.html

la ricostruzione dei diversi momenti dell’occupazione tedesca di Roma dal settembre 1943 al giugno 1944, con particolare attenzione agli aspetti della vita quotidiana e alla storia dell’edificio di Via Tasso.

 http://www.museoliberazione.it/it/novita/162-25-aprile-75-anniversario-liberazione.html

    https://www.museoliberazione.it/it/novita/164-75-anniversario-liberazione-3.html

due  Mostre sulla storia delle tante donne che in quei mesi vissero il dramma dell’occupazione: cercando di sopravvivere, di proteggere i propri figli, di dare un contributo alla resistenza armata o compiendo atti di resistenza passiva.

 http://www.museoliberazione.it/it/novita/135-carte-resistenti-studiare-al-museo-2.html

ancora un percorso lungo i mesi della Roma occupata, analogamente alla prima di queste tre mostre, attraverso copertine di libri e pubblicazioni edite da settant’anni a questa parte, fotografie, disegni, opere d’arte, documenti d’archivio, volantini e manifesti di guerra, cimeli, stampa clandestina etc.

Si tratta insomma di tutta la varietà del patrimonio documentario custodito dal Museo che, tra l’altro, studiosi e ricercatori possono richiedere in consultazione e studiare contestualmente presso la sala di lettura della Biblioteca Guido Stendardo

(This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.; This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.)

https://www.facebook.com/irene.salvatori/videos/10221431294442758/

https://www.facebook.com/irene.salvatori/videos/10221431341403932/

https://www.facebook.com/irene.salvatori/videos/10221431598570361/

Il percorso si conclude con queste interviste in streaming al Professor Antonio Parisella Presidente del Museo Storico della Liberazione dalla dott.sa Irene Salvatori il giorno 25 aprile 2020.  

Buona visione!

 
 



IL MUSEO PER L’UNIVERSITÀ

Per facilitare la conoscenza qualificata delle sue collezioni ad un pubblico serio e impegnato e, ad un tempo, facilitare l’assolvimento di impegni formativi nei corsi di studio universitari (lauree, master, perfezionamenti, dottorati), il Museo Storico della Liberazione mette a disposizione:

A – STUDIARE AL MUSEO:  Il servizio di consultazione della biblioteca è aperto dal lunedi al venerdi dalle ore 15:30 alle 19:00 l'ultima ricerca volumi deve essere effettuta entro le 18:30. Mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Per l’archivio mandare una mail a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.. 

Per la mediateca ed altre collezioni (giornali clandestini, manifesti, volantini, opere ed oggetti d’arte) è aperto dal lunedì al venerdì dalle 15:30 alle 19:30 il tutto con assistenza alla ricerca. 

B – TIROCINI CURRICULARI: Secondo quanto previsto dai regolamenti didattici e sulla base di convenzioni con le Università, con riconoscimento dei CFU assegnati;
C – ALTRE ATTIVITÀ: Così definite nei regolamenti didattici con possibile riconoscimento dei relativi CFU.
D – VISITE GUIDATE E PERCORSI: Possibilità di promuovere visite al Museo e, con notevole preavviso, a luoghi significativi di Roma e del Lazio, o anche a Musei e luoghi censiti in www.memoranea.it.(Vedi logo in basso alla pagina). 
Per informazioni scrivere a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE
COLLABORATORI / COLLABORATRICI PER LE VISITE
Il Museo storico della Liberazione in Roma ricerca collaboratori volontari e gratuiti per le visite di gruppi, soprattutto scolastici.
Si richiede la disponibilità di almeno due mattinate al mese, dal lunedì al venerdì. Nei periodi di maggiore affluenza – da marzo a maggio – possono esservi anche visite pomeridiane.
Occorre essere maggiorenni, preferibilmente aver insegnato, oppure studiare discipline umanistiche, e la conoscenza accurata della storia del ‘900.
Nella prima fase, si seguirà un corso di quattro-cinque incontri e alcune visite condotte da collaboratori/trici già attivi/e.
Studentesse e studenti universitari possono richiedere che l’attività – sulla base di convenzioni con Università - sia riconosciuta come tirocinio curriculare o come “altra attività” per il riconoscimento di CFU.
Per contatti rivolgersi a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..
 
 
 

 
Museo nuova illuminazione esterno ago2018.jpg
Novità: illuminazione notturna delle finestre delle celle murate dai nazisti.
New: night lighting of the windows of the cells walled by the Nazis.
_______
 
 
IL MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE
LA SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA E BIBLIOGRAFICA DEL LAZIO
 L'ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO E LA DOCUMENTAZIONE
SONO STATI PARTNERS SCIENTIFICI PER IL PROGETTO
ViBiA  
 

L’Università degli Studi di Roma, 'Tor Vergata' - Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società, ha sviluppato la piattaforma virtuale ViBiA (Virtual Biographical Archive), un archivio virtuale delle vittime delle Fosse Ardeatine, attraverso il finanziamento "Consolidate the Foundations 2015".Il progetto modulare, finalizzato alla creazione di una piattaforma documentale sperimentale, si propone come un modello descrittivo innovativo per lo studio delle stragi.La piattaforma allestita accoglie in un ambiente integrato schedatura e digitalizzazione di documenti in gran parte inediti e catalogazione di oggetti/reperti appartenuti alle vittime, che provengono da luoghi di conservazione diversi che, in ViBiA, risiedono in un unico dossier virtuale intestato alla singola vittima, anch'esso dotato di un set di dati biografici e storici

APRI FILE ------ MSL ViBiA                                          

 

 _______ 

logo.png 

Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione

 Il progetto si pone l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione e alla divulgazione della conoscenza della memoria degli eventi che portarono alla liberazione dal nazi-fascismo e alla nascita della democrazia;inoltre, intende promuovere, salvaguardare e diffondere, a livello nazionale e internazionale, la conoscenza dei fatti storici e dei luoghi legati alla Resistenza e alla Guerra di Liberazione.

Apri link---- www.memoranea.it 

 _______
 
VISITE SCOLASTICHE 2018-2019
Si comunica che le prenotazioni delle visite delle scuole per l'anno scolastico 2018-2019 si accetteranno usando la scheda telematica contenuta sul sito (pagina "Visite").
-
SCHOOL TOURS 2017-2018
Reservations towards School Tours for period 2018-2019 will only be accepted applying via "Tours" page of  this website.
                                       
Museo storico della Liberazione  C.F. 80202650588

Leggi tutto

Auguri da Sara Riolo che ci ricorda il fondo di "Giannetto Barrera"

 

La ricca documentazione presente al Museo storico della Liberazione ha ampliato la conoscenza della storia stessa dell'edificio di via Tasso.
Nel giorno del 65° anniversario dalla sua fondazione, vorrei onorare il Museo, ricordando, tra le sue recenti acquisizioni, il fondo di ''Giannetto Barrera'', ardimentoso sottotenente del IV Reggimento carristi e partigiano romano, il cui interesse storico è diretto soprattutto a evidenziare alcuni aspetti meno noti della Resistenza romana, come il caso delle vicende che hanno riguardato l'Organizzazione commissariati del Fronte militare clandestino, ma fornisce anche un documento inedito, da cui si può accrescere la conoscenza delle sorti del comando tedesco di via Tasso all’arrivo degli alleati a Roma.
Dal documento riportato si apprende che, circa due mesi dopo la liberazione di Roma, gli organi della polizia alleata, insediatesi nella Questura centrale, decisero d’ispezionare il comando tedesco delle SS di via Tasso, incaricando per tale scopo il sottotenente Giannetto Barrera e il sottotenente Sergio Ruffolo, ex detenuto di quel carcere, entrambi al servizio del comando del vicecapo della polizia alleata.

Un piccolo frammento di storia del Museo.

Auguri Museo storico della Liberazione.

Sara Riolo (collaboratrice del Museo)

Leggi tutto

Dall'Archivio di Via Tasso

 

4 giugno 1944

La Liberazione di via Tasso, l’Aussenkommando del Servizio di Sicurezza delle SS di Roma

 

A Roma un edificio dall’aspetto residenziale posto in via Tasso, tra i civici 145 e 155 tra settembre 1943 e giugno 1944 fu trasformato radicalmente. Venne trasformato in prigione e caserma dell’Aussenkommandodel Servizio di Sicurezza delle SS di Roma murandone addirittura le finestre.Diventò in pochissimi giorni uno dei luoghi più temibili di Roma. Li vennero detenuti a disposizione delle SS oltre 1000 oppositori politici al regime nazi-fascista. Il giorno della Liberazione di Roma, 4 giugno 1944, Giuseppe Dosi, un poliziotto, inviso al regime e per questo allontanato dal servizio, entrò nei locali del carcere abbandonato dagli occupanti e prelevò ciò che rimaneva dell’archivio delle SS che fuggendo avevano appiccato diversi roghi.Unica testimonianza di quei momenti concitati sono le fotografie che Dosi scattò fuori e dentro l’edificio. Le fotografie e l’intero Archivio Dosi sono conservati presso il Museo storico della Liberazione.

 

1_2_Fondo Dosi_Facciata via tasso.jpg

 

 

 2_dettaglio.jpg

 

1.2- Fotografie scattate da Giuseppe Dosi davanti l’edificio di via Tasso la mattina del 4 giugno 1944. Ritraggono la facciata del carcere nazista e i roghi di documenti. MSL, Fondo Giuseppe Dosi, Serie II - Attività svolta nel Counter intelligence Corp - CIC., b. 2, fasc. 3.Consultabili sul portale DIGILiberazione, il portale digitale degli archivi del Museo storico della Liberazione.

Leggi tutto

La lettera del Prof. Dr. Ralf Georg Czapla

 

Prof. Dr. Ralf Georg Czapla

Germanistisches Seminar

Universität Heidelberg

Hauptstr. 207-209

D-69117 Heidelberg

 

IL MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE

Ricordi di un luogo della memoria

Quando ho visitato il Museo Storico della Liberazionedi Roma per la prima volta, ero ancora studente. La mattina eravamo con la classe alle Fosse Ardeatine. Dato chel'incontro con questo memoriale era stato per noi molto intenso, il pomeriggio ci fu lasciato a disposizione. Il mio docente, che accompagnava la nostra scolaresca, mi ha fatto notare il Museo Storico. Poiché nessuno mi voleva accompagnare lì, mi sono recato da solo in Via Tasso, che si trova vicino alla Basilica di San Giovanni in Laterano e alla Scala Santa. Era il 1982. Il 3 Marzo, era morto Guido Stendardo, un ex partigiano e bibliotecario che aveva fondato il museo nel 1955 e la cui realizzazione era stata riconosciuta come istituzione statale nel 1957. Da lui proviene anche la prima guida del Museo, apparsa nel 1965 presso l’editore Staderini a Roma. Oggi il nome Guido Stendardo è stato attribuito alla Biblioteca del Museo Storico.

Leggi tutto

logo mibactlogo regione laziologo comune roma