Archivio

L’Archivio del Museo storico della Liberazione è composto dal fondo istituzionale e da diversi fondi aggregati. La sua istituzione risale al 1954, quando il fondatore del Museo, Guido Stendardo, si adoperò nel recupero di materiale documentario, bibliografico e di cimeli, sia per l’allestimento delle sale del Museo, sia per la costituzione di quelli che diventeranno, in seguito, la biblioteca e l’archivio. Il fondo archivistico che costituisce la parte più cospicua del patrimonio documentario è l'Archivio Istituzionale del Museo che si presenta composto da cinque sezioni: Amministrazione, Bacheche, Dossier, Carte tedesche, Didattica.

Ad esso si aggiungono cinque fondi aggregati: Fondo Arrigo Paladini, Fondo Giuseppe Dosi, Fondo Giannetto Barrera,Fondo Amedeo Coccia, Fondo Silverio Corvisieri.

Il lavoro di schedatura ed inventariazione di tutti i fondi archivistici conservati al Museo è stato curato da Alessia A. Glielmi.

Bibliografia:  A. Glielmi, Guida all’archivio del Museo storico della Liberazione, Vecchiarelli, Manziana, 2014

logo mibactlogo regione laziologo comune roma